ELEZIONI DEL COMITATO PARI OPPORTUNITA’ DEL CONSIGLIO DELL’ORDINE DI BERGAMO

Car* Collegh*,
in occasione del primo appuntamento elettorale per la scelta dei membri del Comitato Pari Opportunità presso il nostro Consiglio dell’Ordine forense, la Camera Civile di Bergamo e l’ Avvocatura per i Diritti LGBTI – Rete Lenford,che ne accoglieva l’invito, hanno condiviso l’ intento programmatico di seguito riassunto e sostengono le candidature sotto indicate
MONITORAGGIO: ideazione e diffusione di un questionario con risposte plurime da sottoporre a tutti gli iscritti all’albo ed a tutti i praticanti avvocati onde verificare la realtà di condizioni di disparità di accesso alla professione e di svolgimento dell’attività; raccolta di segnalazioni in forma anonima di condotte discriminatorie nell’ambito dello svolgimento della professione forense; consultazione rapporti ISTAT e UE e relazioni con le istituzioni del territorio sullo stato dell’arte;

FORMAZIONE: organizzazione di più convegni ed eventi formativi atti a favorire la nascita della cultura delle pari opportunità ed a valorizzare la diversità e, quindi,  con a tema la parità di genere, il giudizio antidiscriminatorio nel rito del lavoro e nel rito civile, la circolazione degli status familiari ed il ricongiungimento familiare, la difesa degli stranieri nell’ambito dei giudizi per il riconoscimento del diritto alla permanenza nel territorio, la fragilità fisica e l’accessibilità ai luoghi di svolgimento della professione ed il disagio psichico-mentale ed il diritto alla difesa, la violenza di genere, l’utilizzo di un linguaggio corretto in merito a talune aree tematiche, la tutela delle persone LGBTI ; la disparità di trattamento economico; il miglioramento dei tempi di vita e di lavoro: conciliazione tra vita familiare e professione;

FINANZIAMENTO: attivazione di borse di studio finalizzate ad agevolare la pratica forense di laureati meritevoli e con condizione economica disagiata; istituzione del premio per il miglior progetto di smartworking e co-working che concili vita familiare ed esigenze della professione: attività di accesso ai fondi UE e nazionali  per il finanziamento dei progetti che il CPO intende realizzare nello svolgimento delle sue funzioni;

BEST PRACTICE: attività formativa rivolta agli iscritti all’albo e diretta a sollecitare un’applicazione deontologicamente corretta nell’utilizzo della pratica forense; istituzione del premio “Pari opportunità” ai colleghi o colleghe o studi legali particolarmente distintisi nell’attività svolta a sostegno delle pari opportunità di genere ed eliminazione delle discriminazioni nello svolgimento della professione e di organizzazione dello Studio; attività di accesso ai fondi UE e nazionali per il finanziamento della promozione delle Pari Opportunità del CPO.

SINERGIA: programmazione di incontri, a cadenza fissa, con il COA e gestione diretta della formazione per aree tematiche da parte del CPO nonché attività di coordinamento con tutti gli altri comitati di pari opportunità a livello comunale, provinciale e regionale, nazionale ed europeo; attività di monitoraggio della realtà locale attraverso protocolli d’intesa con le istituzioni locali (provincia e comune).
I nominativi dei candidati sono i seguenti:
– VALENTINA CARNEVALE
– STEFANO CHINOTTI
– GIUSEPPINA CIVIDINI
– SILVIA FERRI
– LAURA GARGANO
– ALESSANDRO PEDONE

VOTARE  E’ DOVERO SE VOGLIAMO ESSERE PROTAGONISTI DEL NOSTRO FUTURO.
CREDIAMOCI.

Lascia un commento